sabato 13 giugno 2015

RECENSIONE: Ombra di passione
























Titolo: Ombra di passione
Autore: Laura Caterina Benedetti
Editore: Amazon media EU
Lingua: Italiano
Pagine: 255
Formato: Ebook


TRAMA:


 Una giovane impiegata respinge con violenza l'ardente passionalità di un affascinante sconosciuto incontrato sul posto di lavoro...
Sette anni dopo Ada Lyon deve a tutti i costi salvare la sua tessitura dalla bancarotta e l'unico acquirente disposto ad investire denaro nell'azienda è l'ingegnere Siegfried Gaynor. Ognuno dei due ignora chi è l'altro fino all'incontro, momento in cui entrambi scoprono la reciproca identità: l'uomo decide allora di prendersi ciò che sette anni prima la ragazza gli ha negato, ponendo questo come condizione principale della trattativa.
Ada sa che Siegfried vuole fargliela pagare per il rifiuto e lo schiaffo ricevuti al loro primo incontro, costringendola a capitolare sotto la sua bruciante passione, ma non ha altra scelta che quella di accettare per il bene dell'azienda; si ripromette però di dargli filo da torcere, proprio mentre l'orgoglioso e dispotico ingegnere inizia a scoprire al fianco della donna un nuovo e sconosciuto sentimento...

Una passione che risorge dal passato deve scontrarsi con un indomabile orgoglio, per una storia d'amore fatta di silenzi e parole non dette. 


RECENSIONE:

Ada, dopo la morte dell'amato padre, ha un solo pensiero: salvare la tessitura dalla bancarotta. Per fare ciò è disposta a tutto, anche a cedere al ricatto. Quello che non si immagina è che dovrà scendere a patti con l'affascinante e arrogante Siegfried Gaynor, l'uomo le cui avances lei ha rifiutata sette anni prima.
Siegfried è deciso a far pagare ad Ada lo smacco subito e non esita a ricattarla per ottenere ciò che vuole.
Ada, pur di liberarsi dal giogo dell'odiosa matrigna, accetta di sposare Sieg. Quello che la ragazza non sa è che l'uomo è perdutamente innamorato di lei ed è pronto a tutto pur di farla finalmente sua.
Passione, orgoglio e dramma si mescolano in questa storia dai molteplici colpi di scena. L'amore trionferà ancora una volta su tutto?
Di questa autrice avevo già letto L'inquisitore di Lagoscuro, uno dei miei libri preferiti dello scorso anno. Devo dire che, sebbene lo stile e la bravura dell'autrice non vengano minimamente intaccati, non sono rimasta del tutto soddisfatta dalla lettura di questo libro. Ci sono stati momenti in cui l'ho trovato un pochino lento; la storia è molto bella anche se non particolarmente originale, tuttavia non è riuscita a coinvolgermi appieno. Sicuramente è una mia limitazione, dovuta al fatto che il romanzo storico mi coinvolge sempre più del contemporaneo. La scrittura è sempre perfetta, fluida e piacevole, ed è uno dei motivi per cui consiglio vivamente di seguire questa talentuosa autrice, di cui conto di leggere altro al più presto.