mercoledì 28 gennaio 2015

RECENSIONE: Un'estate, una vita

























Titolo: Un'estate, una vita
Autore: Julia Green
Editore: Mondadori
Pagine: 248
Lingua: Italiano
Formato: Brossura


TRAMA:


  Mia ha quindici anni ed è incinta.

Sembra che tutti sappiano cosa è meglio per lei.

Così Mia scappa, non sa ancora verso dove, insieme a compagni di viaggio sconosciuti.

Capita, però, che le storie vadano a finire bene.

Una volta ogni eclissi di luna.


RECENSIONE:

Un'estate, quella di Mia, ricca di scoperte e sorprese: le prime cotte, la voglia di indipendenza e un pesante segreto.
Mia scopre di essere incinta. Per la prima volta ha paura, teme la reazione di suo padre. Di sua madre non le importa, alla fine è stata proprio lei ad andarsene lasciando suo padre e le sue sorelle.
Mia, piccola e fragile quindicenne; tutti pensano di sapere cosa dovrà fare, cos'è giusto per lei.
Mia però sorprende tutti, scappa via e porta con sè il minuscolo fagiolino che le cresce in grembo. Tutto in un'estate, un battito d'ali di un gabbiano sopra un mare in tempesta.
Non è il primo libro che leggo di questa serie, l'ho trovato molto delicato ma incisivo. L'autrice focalizza la sua attenzione nel narrare, non la storia di una ragazzina incinta, ma la crescita di una giovane donna coraggiosa e il suo approccio con la vita che le sta crescendo dentro.
L'ho trovato istruttivo e molto bello.